Carlo Favaretti

Sir Muir Gray ci sorprende sempre: anche con il suo post nel blog del British Medical Journal del 18 maggio 2011.                                                http://blogs.bmj.com/bmj/2011/05/18/muir-gray-two-cheers-for-bureaucracy-four-cheers-for-ants/ 

Dopo aver ricordato che dibattere sulla struttura dei servizi sanitari, sottovalutando il valore dello sviluppo dei sistemi e il ruolo della cultura degli operatori, non risolverà mai i problemi della sicurezza, degli sprechi, delle variazioni della qualità, dell’equità e dell’incapacità di prevenire le malattie, si lancia in un peana in favore della “buona burocrazia”.

Accusato da alcuni di essere un post-strutturalista e un anarchico, elenca 7 caratteristiche della buona burocrazia, citando Charles Perrow:

  1. Eguale trattamento per tutti gli impiegati
  2. Fiducia nella perizia, nelle capacità e nell’esperienza, rilevanti per una determinata posizione
  3. Nessuna prerogativa extra-istituzionale, cioè la posizione appartiene all’organizzazione non alla persona
  4. Specifici…

View original post 150 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: